Il fronte anti-Brown sbarca in Italia

Per molti di quelli che frequentano i forum nostrani, Larry Brown non ha nessuna colpa dei fallimenti di questi Knicks. Fior fior di presunti espertoni “dei 5 minuti” (ossia coloro i quali leggono distrattamente qualche tabellino post partita e si permettono di vomitare sentenze inappellabili) danno la colpa al GM Isiah Thomas, a Stephon Marbury, ad Eddie Curry… a chiunque, ma non al pluridecantato coach ex-Pistons. Neppure dopo che mezzi adetti ai lavori d’oltreoceano hanno fatto notare come, allenando normalmente, chiunque porterebbe questo team ai playoffs: analyst della ESPN, TNT, SI, NY Post… nulla, Brown non ha colpe. Che questi “esperti” italioti non conoscano l’inglese? Se è vero, allora ecco che Dan Peterson, in perfetto italiano, gli spiega alcune cose durante la telecronaca di Suns-Nuggets su Sport Italia:

“Io mi domando se i coach NBA vedono le registrazioni delle partite dei Suns. Per dirne uno, Larry Brown: ma perchè i Knicks non giocano così? non penso che il loro talento sia tanto inferiore a quello di Phoenix. Io non voglio criticare un allenatore con il suo curriculum, ma se ad inizio stagione avessimo invertito i coach, anche i record sarebbero stati alla rovescia. Idem se prendiamo George Karl. Questo non è il grande Larry Brown”.

Piaciuta? Veramente noi è da novembre che lo diciamo, ma tant’è… dura la vita per le Cassandre…

Articolo precedente
Lascia un commento

4 commenti

  1. Frank

     /  30 marzo 2006

    Io forse una colpa a Thomas la darei: aver scelto Brown🙂
    Si era tanto parlato di Phil Jackson, forse sarebbe stato meglio concentrare l’attenzione sull’attuale coach dei Lakers.
    Sennò si poteva sentire Riley, visto che non si è fatto problemi a tornare in panchina a Miami.

    Scherzi a parte, credo che questo gioco delle colpe stia solo danneggiando i Knicks e, visto l’oneroso e lungo contratto di Brown, bisogna trovare altre soluzioni.

    Rispondi
  2. Ma infatti Frank molti la pensano come te. Sul forum si è discusso molto commentando un articolo di Marc Berman del NY Post, che diceva:”L’errore più grande nella catastrofica gestione Thomas è stato firmare Brown”.
    Forse, per il tipo di “progetto” che Zeke aveva in testa, sarebbe stato meglio un player-coach… per dirne uno, Saunders. Però c’era un allenatore col curriculum di Brown sulla piazza che ha sempre dichiarato un “dream job” allenare i Knicks, che fai, non lo prendi? col sennò di poi, no, ma sul momento abbiamo esultato un po’ tutti.
    Speriamo che si metta ad allenare per la prossima stagione…

    Rispondi
  3. Lello80

     /  31 marzo 2006

    Completamente daccordo sul fatto che Brown era stato visto da tutti come il “messia” che avrebbe riportato NY nell’olimpo NBA, ed anche io ammetto di averla pensata così per buona parte della stagione, dicendo in più di un’occasione: “Non è uno sprovveduto, se fa una scelta una sua logica ce l’avrà pure, anche se non la capisco”.
    Fatto sta che Brown si è contraddetto molte volte: ad inizio Gennaio disse: “Spazio ai giovani, rotazione a 7 massimo 8 uomini” e sono arrivate 6 vittorie di fila; poi si è ritornati ai soliti Davis, Butler e “Sexy” James con Lee a girarsi i pollici (e non mi sembra che avesse messo percentuali scandalose) ad esempio.
    Brown ha predicato bene ma razzolato male per tutta la stagione e il risultato è quello che ho percepito da tempo: i knicks non sono una squadra ma un insieme di giocatori, ed è questo che fa la differenza tra una stagione vincente ed una disastrosa.

    Rispondi

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: