Si ricomincia!

Manca solamente una settimana al primo tip-off stagionale per i Knicks e come al solito i tifosi non hanno certezze. Forse sarebbe più facile sentenziare un “Ma quando mai le avete avute?“. Pochi giorni fa si è fatto, come si sul dire, il roster. Eccolo:

Stephon Marbury
Zach Randolph
Eddy Curry
Quentin Richardson
Jamal Crawford
Malik Rose
Jerome James
Jared Jeffries
Fred Jones
Renaldo Balkman
Nate Robinson
Wilson Chandler
David Lee
Mardy Collins
Randolph Morris
Jared Jeffries

Gli ultimi tagli hanno interessato Walker Russell Jr, Jared Jordan, Demetrius Nichols ed Allan Houston. A parte il primo, gli altri tre meriterebbero migliaia di righe di commento. Francamente, non ne ho nè il tempo e nè la voglia. Basti solo dire che Jordan è stato preso dai Clippers a training camp iniziato; infatuazione breve e poco intensa, direi. Il taglio di Nichols ha generato tante di quelle pagine sulla board di RealGm come se stessimo parlando del prossimo Scottie Pippen con più tiro. Ovviamente e per l’ennesima volta, quando si parla di Knicks, tra prevenzione ed antipatie si passa sempre il segno: il taglio di un SECONDO GIRO che non ha accettato di parcheggiarsi un anno in Europa dopo che il suo agente ai tempi del draft aveva garantito sull’ipotesi pur di farsi chiamare sarebbe passato in silenzio se fatto da qualunque altra franchigia, ma non da noi. Houston, dopo il ritorno da un’inattività che durava due anni, fortunamentamente ha pensato bene di chiudere questa farsa autoescludendosi dopo un paio di gare amichevoli.

Quel che mi sento di dire, per mettermi la coscienza a posto nei confronti di un GM/coach professionista e strapagato come Isiah Thomas è che, al di là delle polemiche con la dirigenza dei Dolan Sr e Jr, lui questi giocatori li vede tutti i giorni e i tagli siano stati ponderati, in considerazione poi del fatto che per il talento precoce ha sempre avuto un fiuto al di sopra della media.

Pronosticare il risultato finale da qui ad aprile di New York è impresa da novelli Nostradamus. L’Est, con l’arrivo di Kevin Garnett e Ray Allen ai Celtics, è sicuramente diventato un mare burrascoso in cui navigare. Fino alla stagione scorsa non serviva un record positivo per andare ai playoffs: quest’anno il vento è cambiato, ed i Knicks arrivano da sei stagioni consecutive sotto il 50%. Sport Illustrated ci dà addirittura sesti ad Est, secondi dietro Boston nell’Atlantic: esagerati. Certo, sulla carta la coppia Zach Randolph – Eddie Curry è offensivamente devastante, e in difesa l’ex-Portland porterà sicuramente qualcosa in più rispetto a Channing Frye, se non altro a rimbalzo. Siamo, però, alle solite, ossia alle paroline magiche “CHIMICA di SQUADRA“.

La palla, per prima cosa, deve arrivare sotto con costanza, con i due che dovranno trovare i giusti tempi per non pestarsi i piedi. Alchè si apre un altro interrogativo: possibile che in tutta l’estate non si sia trovato un tiratore affidabile (alla Kapono, per intenderci) per far pagare i fisiologici raddoppi che gli esterni dovranno portare sotto per difendere sul nostro duo? A leggere gli insider, pare che molti teams nei loro scouting reports abbiano indicato di partire con quintetti piccoli per costringere soprattutto E-City a compiere falli precoci, dato che è da sempre uno dei suoi più grandi problemi (e la scorsa settimana si è proprio lamentato dei troppi offensivi chiamatigli già nelle amichevoli). Ecco dunque un altro bilanciamento da trovare in casi come questi, ossia riuscire sistematicamente a far pagare il poco peso sotto a chi tenterà questa tattica, limitando il numero di fischi avversi.

Il quintetto dovrebbe essere, almeno inizialmente, il seguente: Marbury e Crawford guardie, Richardson e Randolph ali, Curry in mezzo. Peccato che i chili di muscoli messi su da JC non ne abbiano influenzato altrettanto positivamente le scelte di tiro, cosicchè abbiamo assistito ad una sua preseason da solito sparacchiatore folle. Sperando che la schiena di Q tenga per tutto l’anno, Balkman e forse pure Lee sono pronti a subentrare da small forward (con lo spostamento di Richardson nello spot di guardia) se Crawford dovesse sbarellare, anche se Renaldo sarà probabilmente in borghese nelle prime partite causa infortunio. Tornando a Crawford, a mio avviso l’ex-Bull dovrebbe essere considerato ormai una causa persa e scambiato per un pacchetto di noccioline, così da redistribuire quei 12/15 tiri (se non venti) d’ordinanza tra gli altri quattro.

In panchina, a far compagnia al sempre rotto Jerome James ($15 milioni per far lo spettatore, non male!) ed ai già nominati Balkman e Lee, c’è stata la prepotente scalata di Nate Robinson, autore di una preseason extralusso, tanto da scavalcare Mardy Collins, eroe dell’ultima fine stagione in sostituzione dell’infortunato Starbury. Anche qui mi permetto di obiettare che, anche se non li vedo tutti i giorni, mi pare un po’ prematuro spingere Collins verso il 10mo-11mo spot, soprattutto se servirà materia grigia e vera regia per servire i due là sotto.

Restano poi Fred Jones (ottima preseason la sua), Jared Jeffries, oltre al rookie Wilson Chandler e Randolph Morris, una scommessa di Zeke stile Jackie Butler. Panchina come al solito lunga e profonda, ma che nella stagione passata ha portato paradossalmente più guai che altro, dal momento che Thomas non ha mai trovato una convincente rotazione di 8-9 uomini. I 20 minuti al carneade di turno seguiti da un DNP la sera dopo si sono sprecati: speriamo non succeda di nuovo, ma i podromi ci sono tutti. soprattutto perchè il coach ha pubblicamente ammesso di non aver ancora trovato questa benedetta rotazione.

PS: volutamente ho sorvolato sui problemi legali extra-basket di Zeke, perchè poco hanno a che fare col basket giocato, anzi… intanto la sua immagine è cmq poco linda, chi se ne frega, direi… le trades già prima “cadevano” solo perchè era lui a proporle quindi…

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: