Chi ben comincia?

 

E’ a metà dell’opera, dice un vecchio adagio. Se si parla di Knicks, però, occorrono dei distingui, come sempre quando si tratta di qualcosa di newyorkese. La vittoria sui Celtics si potrebbe riassumere con un unico tweet:

WhitlockJason Jason Whitlock
If Knicks lose this with PPierce in street clothes, Mike D should be fired in postgame news conference.

Personalmente sono un po’ deluso, e cerco di spiegarvi il perchè. Lasciando perdere la serie con Boston, a quando risale la nostra ultima partita? Aprile? Ecco a me sembra che non siano passati 8 mesi. Guardando la partita avevo quella sensazione. Tutto sempre dannatamente uguale al passato d’antoniano.

Andiamo avanti perchè tiriamo con il 60%, andiamo sotto perchè tiriamo col 30%. Normale, direte. “Normale” per quelli che ci seguono dall’altro ieri. Nel primo tempo sembravamo unstoppable, c’erano dei momenti che recuperavamo palla ed arrivavamo dall’altra parte 3vs1. London Ray, utente del forum, ha scritto: “loro dormivano”. Non so se essere d’accordo o meno, ma se ha ragione, è ancora più preoccupante. I minuti passavano e pensavo fossimo sopra di 30, invece andiamo a riposo a +10.

Il secondo tempo era già scritto, sapevo benissimo che saremmo andati sotto. Non perchè sia Nostradamus, ma perchè conosciamo il nostro pollo sul pino. Shaq in studio nell’intervallo aveva sentenziato: “vincono i Celtics”. Eh beh c’ha tirato vicino. Andiamo sotto e si rivede lo schema “Stat al gomito”. Poi giocate irreali di Carmelo Anthony e via, stavolta l’abbiamo portata a casa. Paul Pierce c’avrebbe condannato come al solito, tra Rajon Rondo ad un punto dal career-high e Brandon Brass versione Chamberlain.

Lo schema è semplice: se c’è da giocare a metà campo, palla ad uno con talento e… FAI TU. Era così con Jamal Crawford, era così con David Lee o Al Harrington, è così con ‘Melo o Stat.

Se poi lo step che ci aspettiamo da Anthony è fare gare così, ossia riparare da solo alle magagne del sistema D’Antoni, siamo totalmente fuori strada perchè di questo passo tra 20 partite – in una stagione così compressa – non ne avrà più (e se fosse una season da 82 arriverebbe all’All Star Game nelle stesse condizioni). E non ditemi “Eh ma non ci saranno sempre i Celtics dall’altra parte” perchè sappiamo benissimo che diventano scalate da Pordoi perfino le gare con i Cavs, come d’altro canto l’anno scorso è testimone.

Non abbiamo un play? Vero. E quindi? siamo sempre lì: ottimizzare quello che hai a disposizione. Consoliamoci con i 37 punti di ‘Melo, di cui ben 17 nell’ultimo periodo:

Capitolo infortuni: meno grave del previsto l’infortunio di Iman Shumpert, il quale dovrà fermarsi tra le due e le quattro settimane. Per Jared Jeffries si valuterà giorno per giorno; idem per Mike Bibby. Nessuna news invece per Baron Davis.

Articolo precedente
Lascia un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: