Gara-3: Heat 87, Knicks 70 – Carta Canta

Alla fine è record NBA: tredicesima sconfitta consecutiva in post-season (ultima vittoria 29 aprile 2001). Purtroppo c’è poco da aggiungere al nudo e crudo risultato di questa serie – uno 0-3 che non ammette repliche – se non citare il megadirettore di fantozziana memoria: “cari inferiori anche per quest’anno è arrivato lo sweep d’ordinanza“. “Inferiori” riferito a noi poveri tifosi Knicks ci sta tutto, dal momento che così, a memoria, siamo l’unica squadra insieme ai Bobcats che non ha vinto una gara di Playoffs negli ultimi 12 anni… loro però esistono dal 2004!

Il resto è fuffa, possiamo attaccarci giustamente agli infortuni che ti fanno promuovere in quintetto Steve Novak, ma quello che resterà a distanza anche solo di alcuni mesi è l’ennesima delusione, perchè carta canta… Nel tifoso newyorkese, oggi, resta pure la sensazione di essere lontani dall’èlite della Lega più di quanto pensava. Sentimento che di primo acchito è affiorato pure in me, però ci andrei comunque piano, perché sapevamo tutti che da questo primo turno saremmo usciti con le ossa rotte anche al gran completo, figuriamoci ridotti così.

Lo so, ora è dura ma calma e gesso, pensiamo per consolarci che Memphis, performando il giusto, sta giocando il primo turno con il campo a favore AD OVEST (cito i Grizzlies non per mancanza di rispetto nei loro confronti ma come squadra con un talento nella media che non vedo inferiore a noi, se allenati il giusto).

Ripeto, posso capire che la delusione è tanta, ma sapevamo chi eravamo ma soprattutto chi erano loro. Gli Heat l’anno scorso hanno spazzato via l’intero Est con un cammino di 12 vittorie ed una sola sconfitta. In Finale erano poi avanti 2-0 prima di specchiarsi troppo in loro stessi. La speranza della vigilia di potercela fare, l’ottimismo che DEVE appartenere al tifoso, va benissimo… ma non deve tuttavia sfociare nell’illusione degli sciocchi. Ribadisco: potevamo avere una chance se tutto girava per il verso giusto e se Miami si fosse cullata nel narcisismo, altrimenti era chiaro finire come tutti da qui alle Finals (se non all’Anello) e che hanno già fatto lo scorso anno – meno i Mavs. Derrick Rose, Star dei Bulls dall’allora miglior record NBA, un anno fa è stato sballottato per il campo nello stesso modo in cui è successo a Carmelo Anthony oggi.

In gara-3 abbiamo giocato con Novak promosso nello starting five. Ora, andate a Chicago e mettetelo al posto di un titolare, oppure ai Thunder, ma attenzione il punto non è chi togli a queste squadre per inserire Novak: il punto è che non puoi andare a giocare nei Playoffs senza addirittura 2/5 del quintetto base. Eppure in giro si legge “Ora i Knicks giocheranno meglio senza Stat… se si fa male anche Melo allora sono a cavallo…“. Bene, avanti con i luoghi comuni messi in giro dagli “amici degli amici”. La realtà è che avevamo bisogno di tutti, al top.

Il discorso di base, il peccato originale, è sempre il medesimo: arrivando più avanti in classifica – com’era nelle corde di questa squadra – avremmo fatto più strada, guadagnando esperienza e limitando la delusione (fatti salvi che non fossero arrivati gli infortuni di Iman Shumpert e Amar’e Stoudemire). Sappiamo perchè e per come siamo invece arrivati settimi, ma ora “non buttiamo via il bambino con l’acqua sporca” come si scriveva ieri sul FORUM. Ecco perchè questa era ancora una stagione di transizione, sappiamo anche che ci sono buchi da colmare con veterani (cambio lunghi, tiratore da fuori, cambio per il play), che abbiamo trovato dal marciapiede Lin e Shumpert, e che forse dovremmo risolvere il problema-Stat.

Concludendo beh abbiamo chiaramente un limite, come tutti, ma non sapevamo qual’era per colpa di D’Antoni, e in fin dei conti non lo sappiamo neppure ora per via degli infortuni: se sarà basso amen, e sicuramente sarà sotto gli Heat, sempre… ma – ancora – già lo sapevamo.

Tyson Chandler ha vinto il premio di difensore dell’anno. E’ lui il nostro vero MVP.

Lascia un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: