Presentate le nuove canotte

Once a Knick, Always a Knick

Dopo 12 anni vanno in pensione quelle che a mio avviso sono state le migliori “uniforms” (come vengono chiamate in USA) della nostra storia. Quelle nuove le vedete qui sotto, ma basta farsi un giro sul sito dell’NBA STORE per vammirarle, dal momento che sono già ordinabili.

Personalmente le trovo brutte e troppo simili a quelle dei Titoli di inizio anni ’70. Negative le scomparse delle doppie – e triple – strisce sui fianchi e del collo a V, così come il grigio che ha sostituito il nero come terzo colore minore. Non male invece la scritta “NEW YORK” meno arcuata ed i bordini sulle spalle che non scendono fin sotto le ascelle. La cosa peggiore è però il “cinturone” blu nella divisa casalinga, un vero pugno nell’occhio soprattutto da quando la Lega ha imposto divise più stretch rispetto alle precedenti (dove in pratica lo “sbuffo” della canotta ne copriva la visione). De gustibus, chiaro. Ci faremo l’abitudine…

… così come ce la siamo fatta per le facili ironie su una franchigia che non vince una serie Playoffs da tempo immemore. Questa volta i risolini – che un vecchio adagio colloca sul viso degli sciocchi – hanno riguardato la somiglianza con le canotte dei tempi di Reed e Frazier: “potete copiarne le divise, ma non lo spirito di quella squadra”. Poi c’è chi ha scritto che sono state cambiate per via della non conferma di Jeremy Lin (probabilmente dagli stessi che erano riusciti a legare ad un colosso come la MSG un fisiologico calo nel prezzo delle proprie azioni per quel motivo, e se ce ne fosse stato bisogno smentiti quando un mese dopo le stesse azioni hanno raggiunto il loro massimo storico). Solo a New York un cambio di uniforms dopo più di due lustri può essere interpretato nelle più svariate maniere, con il risultato però da parte degli stessi di risultare stucchevoli ed – alla fine della fiera – perdere in credibilità.

Lo stesso dicasi per una fantomatica “colazione di lavoro” tra James Dolan e Isiah Thomas: “ecco Zeke sta per tornare, Knicks soliti buffoni… hey perchè se ne è mai andato?” e via di questo passo. Il contendere è così passato alla scritta interna “Once a Knick, Always a Knick”, appunto Thomas mai allontanato davvero. Sorvoliamo sulle dimissioni di Scott O’Neil dalla MSG Sport, altro atto imputato a Dolan sempre per la questione Lin (O’Neil ritorna invece nella NBA ed è uno dei due candidati a succedere a David Stern, eh sì proprio un povero cassaintegrato).

Finchè non c’è nulla di ufficiale ai tifosi Knicks chiedo: vi piace la squadra che si presenterà ai nastri di partenza della prossima stagione messa su da Walsh e Grunwald? se la risposta è sì, basta così. Questi sono i FATTI, non si vince da 40 anni ma abbiamo il roster migliore degli ultimi 10. Il resto sono pugnette.

New Uniforms

Tornando ai fatti, Ronnie Brewer si è operato ad un menisco ma dovrebbe essere abile ed arruolato per la prima stagionale. Amar’e Stoudemire – oltre ad aver lavorato con Hakeen Olajuwon come già riportato su queste pagine – ha perso i chili che nell’era-D’Antoni aveva dovuto prendere per giocare centro, quindi si spera possa ritrovare l’esplosività dei tempi migliori. Nei prossimi giorni intanto inizierà un training camp organizzato dai giocatori che precederà di qualche settimana quello ufficiale previsto per il 2 ottobre. Durante l’estate coach Woodson non è stato con le mani in mano, girando il globo per seguire i suoi giocatori: Summer League a Las Vegas, Londra per ‘Melo e Tyson, workout con Lin e Fields a Los Angeles (all’epoca ancora a roster). Ha pure giocato a golf un paio di volte con JR Smith, ma questo magari conta un po’ meno.

Il fatto di aver finalmente mantenuto un nucleo formatosi l’anno precedente unita alla possibilità di trovarsi tra giocatori e coaching staff quando si vuole – cosa proibita l’anno passato causa lockout – aiuterà sicuramente a trovare quella chimica alla base della modalità WIN NOW in cui ci troviamo. GO NY GO!!!

Articolo precedente
Lascia un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: