Gara-2: Knicks 87, Celtics 71 – Ancora un grande secondo tempo, 2-0 perentorio

melo_felton_BOSDopo 13 anni i Knicks conducono una serie Playoffs 2-0. Merito, come per gara-1, di un fantastico secondo tempo soprattutto a livello difensivo – con Kenyon Martin a difendere la plancia amica -, ed offensivamente guidati da Carmelo Anthony.

Inizio fatto di parziali da una parte e dall’altra, anche qui sulla falsa riga della prima sfida. ‘Melo parte male – andrà a riposo con 3/11 dal campo – mentre Jason Terry produce in pochi minuti tutto quello che non ha fatto in gara-1. Pablo Prigioni è nello starting-five, ma si vede chiaramente che l’infortunio alla caviglia ha lasciato strascichi (a fine partita dirà di essere al 75-80%, per lui comunque 5 assists).

Boston va avanti quando le seconde linee di New York sono in campo, la presenza di Steve Novak è deleteria, i Celtics lo attaccano e scavano un discreto solco. Mike Woodson dovrebbe davvero spiegarci cosa giustifica la presenza di Novak sul parquet: il plus/minus spesso e volentieri è bugiardo, ma il suo -16 in 7 minuti ci azzecca in pieno.

Tra la fine del secondo quarto e l’inizio del terzo Anthony e JR Smith suonano la carica con un parziale di 27-4 che spacca la gara in due. Una volta che i Knicks salgono sopra i nove punti di vantaggio, non si guardano più indietro. I Celtics provano a rientrare con un 8-2 ad inizio ultimo quarto, ma tre canestri di Carmelo li rispediscono indietro. Kevin Garnett ha problemi di falli dal momento che è solo contro la frontline degli avversari e Doc Rivers deve panchinarlo a più riprese non trovandogli il ritmo. Boston mette a referto soltanto 23 punti nel secondo tempo (7/36 dal campo), contro i 25 di gara-1: record franchigia, in negativo. La percentuale al tiro dall’inizio del terzo periodo a 5 minuti dalla fine della gara (da lì in poi sarà garbage time) è di poco superiore al 25%, mentre fin lì era stata del 57%.

‘Melo chiude con 34 punti, 13 nel cruciale terzo quarto. JR, incoronato prima della gara sesto uomo dell’anno, fin dal suo ingresso in campo giustifica il premio. Ottima prova anche di Raymond Felton, protagonista anch’esso nell’allungo decisivo attacando il ferro, così come in difesa su Paul Pierce. Con Tyson Chandler che pare in ripresa è però K-Mart a “settare il tono della difesa”, con quattro stoppate spettacolari ma non fine a se stesse, nel senso che vanno al di là del valore statistico.

Credo che si possa serenamente dire che in queste prime due gare si sia vista una squadra superiore all’altra che si trova meritatamente avanti 2-0, che ha fatto sue le vittorie nei secondi tempi proprio perchè più forte. Chi vince le prime due gare, tra l’altro, statisticamente vince la serie nel 94.4% dei casi. Ora si va a Boston. Cerchiamo di portarne a casa una così da chiudere la pratica al Garden. GO NY GO!!!

PS: per la serie “statistiche WTF” è la 42 partita consecutiva di Playoffs in cui i Knicks non segnano 100 punti.

Ecco l’analisi di London Ray direttamente dal forum:

Grande vittoria, due gare in cui la nostra superiorità è stata netta, direi imbarazzante, fossimo stati con le canotte di un altro team si direbbe “li hanno scherzati”… W che dimostra come tutto dipenda da noi, anche se a Boston sarà durissima, per dire un Terry in casa ha percentuali di alto livello, ma ripeto, siamo 5-1 tra regular season e Playoffs, ci sono 13-14 vittorie di differenza in stagione regolare, ci sarà un motivo no?

Diciamo che queste prime due partite ha zittito le Cassandre che vivono di luoghi comuni senza informarsi, abbiamo vinto due gare tirando male, intorno al 36% da fuori, ma vinte con la difesa che nessuno – specialmente in Italia – fa notare, la settima per punti presi di tutta la NBA, mentre anche ieri Steve Kerr parlava di grandissima transizione difensiva nel secondo tempo e rotazioni perfette! Però fa più comodo dire che se entra il tiro da fuori si vince, altrimenti si perde, ma va bene così, va bene così, se Boston ci tiene a 87 di media ma perde due gare ha una grande difesa, se noi li teniamo a punteggi da basket FIBA è perchè sono loro che in attacco fanno fatica… Ok si accetta anche questo, così come nessuno fa notare come Jeff Green in tutti e due i secondi tempi sia stato annullato da Carmelo, ma meglio dire che tira e basta ma non difende, il ragazzo…

Lascia un commento

1 Commento

  1. It is an inabiliity to transmit nerge impulses because compression has dwmaged nerve fibbers either directly,
    or indirectly byy restricting their supply of oxygen. Both of
    which are extremely toxic tto the body as well as the liver AND
    TOXICITY WAS THE MOST LIKELY CAUSE OF THE CANCER TO BEGIN WITH.

    Andd sometimes children who have Neuroblastoma Stage 4 cancers will have tto get a blood stem transplant.

    Rispondi

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: