Manifesto Anti-D’Antoni

(v. 2.0, a cura di London Ray)

D’Antoni è un grande coach? No, sicuramente no e vedremo perché.
E’ un buon coach? Probabilmente sì, a patto che la squadra sia costruita come vuole lui. Già questo è un brutto segnale, perché chiunque allena in qualsiasi sport deve adattarsi al materiale a disposizione e non viceversa, altrimenti parliamo di integralismo.

Non solo nello sport ma in generale, in qualunque lavoro, chiunque deve adattarsi alla situazione che gli si presenta davanti cercando di trarne il massimo, sennò domani andremo tutti in piazza a protestare perché purtroppo non abbiamo il materiale adatto per lavorare. Per esempio al posto di andare a lavorare in treno o in metro per risparmiare – anche a costo di arrivare in ritardo -, ci mettiamo a protestare perché non abbiamo l’autista personale che ci porta al lavoro o addirittura un elicottero tutto per noi. Non penso che qualche capo ci dirà “ah ok, nessun problema se sei arrivato in ritardo di un’ora, mica è colpa tua se devi prendere il treno e non hai la Bentley con autista al seguito…”. In una parola: MASSIMIZZARE, che si parli di risorse monetarie, umane o di qualunque altro tipo.

Con D’antoni invece si usa dire questo: “eh però non ha i giocatori adatti…”. Verissimo, allora vale per tutti, per Kurt Rambis o per Tim Floyd o altri centomila coach e allenatori sparsi in tutto il mondo, d’altronde Kurt Rambis potrebbe dire “se avevo i giocatori adatti al mio Sistema come Jordan, Bird e Magic avrei fatto meglio”. Per lui non vale come non vale per la stragrande maggioranza di allenatori, a qualsiasi livello, ma per Mike D’Antoni invece vale o cmq dovrebbe valere? E perché? Pat Riley è arrivato ai Knicks dopo lo showtime Losangelino ed ha cambiato il suo modo di giocare, radicalmente, adattandosi alle risorse umane newyorkesi. Non aveva forse un credito sconfinato, visti i successi, per chiedere giocatori adatti per riproporre una sorta di showtime?

Qua intervengono i cosidetti Dantoniani, difensori del coach che ha “rivoluzionato il gioco” (rivoluzionato il gioco? Il run&gun esisteva già quando Mike giocava ancora a Milano!), affermando invece che ha ottenuto grandi risultati col suo “Sistema”.

Ha ottenuto ottimi risultati in Regular Season, un po’ meno nei Playoffs dove ha un record in quei 4 anni ai Suns di 26-25 (appena sopra al 50%): Questi sono ottimi risultati? Viaggiare al 50% nei PO quando parti per vincere l’Anello? In quattro season come capo coach a Phoenix ha avuto 2 stagioni sopra le 60W, è vero, ha vinto un volta la Conference arrivando col miglior record ad Ovest, ma ad esempio nelle sue prime 3 season i Suns vinsero 177 gare, una cifra molto importante ma che già un altro coach riuscì a raggiungere, tale Paul Westphal nei primi anni ’90 quando vinse 177 gare nelle sue prime 3 season come capo coach di Phoenix, raggiungendo anche una Finale NBA persa solo contro i Bulls di Jordan! Quella era la squadra di Barkley, ma il punto è che dopo quelle 3 super stagioni – esattamente le stesse come record che poi fece Mike D’Antoni anni dopo e nonostante una Finale NBA persa solo contro i Bulls (Finale mai raggiunta dai Suns con Mike in panchina) – la sua quarta season cominciò maluccio tanto che venne licenziato dopo una trentina di gare con il record sul 40%!

Cosa voglio dire? Che nessuno ha mai parlato di Westphal come genio rivoluzionario pur avendo ottenuto gli stessi risultati di D’Antoni in regular season e molto migliori nei Playoffs, e che alla prima season negativa fu licenziato, perché nello sport funziona così, non importa cosa hai fatto ieri ma cosa stai facendo oggi! Eppure anche Westphal potrebbe dire che quell’inizio fu difficile causa problemi a Kevin Johnson e Barkley, ma nessuno gli disse “ah già hai ragione, il tuo Sistema pur essendo dovuto andare avanti senza due pilastri e grazie a quello che hai fatto nelle season precedenti meriti ancora fiducia, quindi non ti licenziamo” no, non gli fu detto, fu licenziato!

Coach che hanno ottenuto risultati ottimi come Mike potrei dirne a decine, eppure nessuno ha vissuto per anni su quello che ha fatto, no, appena qualcosa non andava bene veniva licenziato come è giusto che sia, altrimenti adesso vedremmo ancora sul pino i vari Fratello, Wilkens, etc. Ricordo Brian Hill ad Orlando: nei primi 3 anni vinse 167 gare, 2 volte sopra le 50W e una sopra 60W, una Finale NBA ed una Finale di Conference raggiunte con un team giovanissimo, poi Shaq andò via verso Hollywood e la sua quarta season non fu completa, fu licenziato sul 24-25! Eppure non ho sentito dire “eh ma ha perso Shaq, il suo Sistema senza Shaq e giocatori adatti non rende, ma siccome ha fatto bene prima, deve avere tempo sino a quando non ha i giocatori adatti”… Che poi quell’avere tempo sino a quando uno ha i giocatori adatti potrebbe voler dire anche fra 10 o 20 anni o anche 50 anni, mica i Nash o gli Shaq nascono ogni 2-3 anni!

Quindi smitizziamo questi grandi risultati e rivoluzioni di gioco che sono la forza per i suoi supporter per dire “dategli tempo”, perchè cmq lui dopo cosa ottiene? Risultati come altre decine e decine di coach, con la differenza che gli altri se non rendono vengono cacciati, ma lui ha sempre l’alibi del Sistema! Ma almeno fosse un Sistema che poi dopo anni di sofferenza ti porta al Nirvana, ma qua i Suns nei PO sono stati 26-25, mica hanno vinto 2-3 anelli! Ci sono andati molto più vicini appunto coach come Westphal o Hill, eppure alle prime serie difficoltà sono stati spediti a casa!

Mike no, lui resta in sella in base a non si sa quale merito acquisito, mica è Jackson, Brown o Popovich che hanno vinto valanghe di gare nei PO, Titoli su Titoli cambiando spesso anche giocatori cardine. Un conto è avere un Popovich è dire “aspettiamo che abbia i giocatori adatti” e ci può stare, perchè ha un credito fatto di qualche Anello; un conto Mike D’antoni i cui risultati sono stati buoni, ma buoni appunto come quelli di altre decine e decine di coach! Che poi appunto un Popovich mica è un integralista, si adatta, quando aveva le due torri e Johson come playmaker aveva una base completamente differente da quello con Duncan, Ginobili e Parker, la squadra che ha vinto il primo Anello aveva solo Duncan in comune con quella che ha vinto l’ultimo Anello! Certo il Sistema restava fondamentale, ma soprattutto in difesa, dove se hai un Sistema puoi metterci a lavorare giocatori che cerchi di adattare essendo cmq la difesa meno dipendente dal talento, ma se hai come lungo Oberto e non Robinson e come esterno hai Bowen e non Sean Elliot mica puoi giocare allo stesso modo, saresti un pazzo! Nei playoffs vinci con la difesa, storicamente è così, non la puoi considerare una scocciatura da sopportare per avere la palla indietro!

D’Antoni invece se ha Nash o Duhon gioca allo stesso modo, se ha Amare o Lee anche, se ha Felton o Nash il sistema impone sempre che sia il play a fare e disfare, ma Felton può fare solo una piccolissima parte delle cose che faceva Nash semplicemente perchè non è Nash! Idem Duhon, Douglas o Lin, non puoi pretendere di giocare come se il copione fosse lo stesso, perché Nash è un genio, Duhon no, ed allora come fanno tutti il copione lo devi cambiare per far rendere al massimo il Duhon di turno!

Non puoi mettere un Gallinari sull’arco come se fosse un Eddie House qualunque, non puoi mettere ‘Melo sul perimetro a fargli fare il Q-Richardson, non puoi dare il 905 delle chiavi dell’attacco a Duhon perché con Nash facevi così e farlo diventare la prima opzione anche se hai David Lee o Al Harrington! Sei un pazzo perché se domani hai Shaq cosa fai, sull’altare del Sistema (che era Nash) lo fai giocare come bloccante per il Duhon di turno? Follia pura!

E se il play è tutto il tuo Sistema cosa fai se al Draft puoi scegliere con la #1, prendi Devin Harris e non Dwight Howard perché si adatta meglio al Sistema? O prendi non so Billups davanti a Duncan? Non puoi sacrificare le potenzialità dei giocatori sull’altare del Sistema, è integralismo, sei come quegli allenatori che avrebbero schierato Maradona come laterale perché non aveva un ruolo predefinito negli schemi o che rinunciarono a Baggio perché non si adattava al Sistema! Follia assoluta!

Certo se hai CP3, Kidd o Nash il Sistema rende, perché il Sistema prevede palla al play che fa tutto, sfrutto lo screen del lungo e su quel gioco sviluppo l’azione, ma se hai Felton o Duhon invece i loro numeri pompano ma il resto della squadra viene sotto-utilizzata sull’altare del Sistema! Si è parlato molto di Gallinari, ma il Gallo a NY da Mike D’Antoni veniva sotto-utilizzato, stazionava sul perimetro in attesa dello scarico come un Kapono qualunque, altro non faceva perché il Sistema prevede 3 giocatori fuori per fare lo spazio per il gioco play-lungo e poi se arriva lo scarico devono punire! Non puoi chiedere a Gallinari di fare quel lavoro come se fosse un Kapono o un Eddie House, lo sotto-utilizzi, tutti gli altri aspetti del gioco non vengono sfruttati, è come avere una macchina che fa i 200kmh e usarla solo per andare a fare la spesa perché il Sistema prevede questo!

Ed infatti una volta ceduto Gallinari è esploso a Denver sotto tutti gli altri aspetti del gioco che non fossero il tiro da fuori (che poi è il suo lato meno forte, questo lo sanno tutti da quando lo abbiamo iniziato a seguire a Milano) diventando un candidato all’All-Star Game, ma perché viene sfruttato per quelle che sono le sue reali potenzialità e non come spot-up shooter sull’altare del Sistema!

Una delle storielle che poi si racconta sui non Titoli dei Suns ai tempi di D’Antoni è la sfortuna, gli infortuni e via dicendo, ma storicamente se in quattro anni perdi sempre vuol dire che sei solo inferiore agli avversari, non puoi avere sempre l’alibi della sfortuna, in USA si dice “nessuna scusa per i perdenti”, ed in quattro anni se sei più forte vinci, prima o poi! Ad esempio il primo anno uscirono contro gli Spurs 4-1 secco, non 4-3 causa due liberi inventati allo scadere, no 4-1 e a casa, in una serie se perdi 4-1 sei stato inferiore, semplice e chiaro! “Eh ma non c’era Joe Johnson” si dice: anche contro Dallas JJ non c’era, erano 1-1 quando si infortunò per il fallaccio di Stackhouse, poi vinsero cmq 3 delle altre 4 chiudendo la serie 4-2 e andando a sfidare gli Spurs! Quindi vinsero e di netto anche senza JJ, poi contro gli Spurs erano sul 1-2 senza JJ, ne hanno perse 2 secche appena rientrò, quindi altro luogo comune da smitizzare, vinsero senza JJ contro Dallas perché erano SUPERIORI, persero contro gli Spurs anche quando rientrò JJ!

Il secondo persero di netto contro Dallas 4-2, le ultime 2 persero contro i Mavs con 26 punti di scarto totali!

Arriviamo all’annata in cui Horry ruppe il naso a Nash, persero la serie 4-2, giocarono gara-5 senza Amar’e per la squalifica per un regolamento assurdo, è vero, ma c’era gara-6 ancora da giocarsi, eppure la persero, e la persero di 8, nettamente, gli Spurs furono sopra tra i 15 ed i 19 punti per tutto l’ultimo quarto, sino a 5 minuti dalla fine. Non persero la serie per la sfortuna, persero perché erano inferiori! Che poi avrebbero dovuto in caso di passaggio del turno ancora arrivare a giocarsi la Finale di Conference contro i Jazz contro cui erano 1-3 in regular season.

Quindi i Suns di D’Antoni il titolo non lo hanno mai visto da vicino, anzi, sono sempre stati ben lontani dalla vittoria, non sono arrivati ad una W dall’anello, erano ancora a metà strada, nei PO per capire che tipo di differenza avevano da colmare contro gli Spurs il parziale dice 12-3 per San Antonio, non 12-9, 12 a 3, differenza ABISSALE, altro che titolo vicino! I Suns che sono andati più vicini a giocarsi l’anello sono stati quelli di Gentry, che in gara-5 della Finale di Conference sul 2-2 si sono visti respingere da un clamoroso canestro su rimbalzo di Artest dopo l’errore di Kobe quasi allo scadere, quei Suns sono stati vicinissimo al colpaccio, non quelli di D’Antoni che venivano legnati regolarmente dagli Spurs, uscendo sia al primo turno che alle semifinali, mica uscendo a gara-7 all’ultimo secondo della Finale di Conference!

Poi vabbé abbiamo anche sentito dire che il merito della cavalcata dei Suns con coach Gentry era in gran parte di D’Antoni (che non c’era più da due anni), un’altra teoria applicata solo per lui, mai sentito dire che il merito del triplete dell’Inter di Mou era in gran parte dovuto al lavoro precedente di Mancini… Ma per Mike si fa questo ed altro, andateglielo a dire a Collins che viene cacciato e poi Jackson vince 6 anelli in 8 anni con MJ, andatelo a dire a Bob Hill che viene cacciato l’anno prima che arrivi Duncan e poi Pop crea una Dinastia, eppure per loro nessuno ha mai detto “è merito del loro lavoro”.

Che poi il cosidetto “Sistema” di D’Antoni era Nash, fai tutto tu e va bene, gli ha dato le chiavi di tutto, ed infatti la carriera dei due parla chiaro, Nash cmq ha giocato Finali di Conference anche senza coach Mike, sia prima che dopo, ha fatto All Star Game, era considerato già ai tempi dei Mavs il miglior play del mondo dopo Kidd, il record di Mike senza Nash in squadra è da tragedia, ci sono anni e anni di lotterie, mai una stagione sorprendente sino allo scorso anno, sempre stagioni mediocre, eppure al suo primo anno nell’NBA aveva Van Exel (all star l’anno prima), il McDyess sano, aveva Billups, eppure vinse il 28% delle partite, licenziato lui l’anno dopo Denver è salita con lo stesso gruppo di giocatori al 43%…

Nash prima di D’Antoni era un grandissimo giocatore, ed anche dopo lo è rimasto, tanto che solo quest’anno anche se ha 38 anni è il miglior assistman della Lega! Prima di avere Nash in squadra il record in carriera di Mike era un mediocre 35-76 (31%), dopo essere andato via dalla compagnia di Nash tolta questa stagione, il record come coach a NY dice 103-143 (42%)!!! In pratica lontano da Nash è un coach con un record mediocre a dir poco! E qualcuno ce lo ha spacciato anche come genio dell’attacco…

Pensate che anche ai Suns che erano in pratica Nash-dipendenti, in quei 4 anni Mike con Nash in campo ha avuto un record del 72%, quando Nash era out per infortunio o altro, il record crollava al 23,5%! Una cosa folle, non esiste un sistema, una squadra che possa essere così dipendente da un giocatore, sempre in quel periodo per fare un esempio, gli Spurs con Duncan avevano il 73% come record, ma quando Duncan era out erano comunque al 54%, non al 23,5%! Neanche i Bulls di Jordan erano così dipendenti da un solo giocatore, quando si ritirò per darsi al baseball comunque Chicago vinse ben 55 partite.

Invece i Suns di Mike senza Nash passavano da team di alta classifica a lotteria profonda! E’ inammissibile, lo abbiamo visto anche quest’anno, i Bulls senza Rose hanno tenuto botta, non esiste che un giocatore possa farti passare dalle stelle alle stalle, se succede vuol dire che quel giocatore è tutto il suo sistema, tutto! Ed infatti era così, il famoso Sistema era Nash e fai tutto tu, i giochi da fare, le scelte, come affrontare le difese, i ritmi da tenere, praticamente il lavoro di D’Antoni è stato quello di dire a Nash “caro Steve fai tu, decidi tu, improvvisa, hai carta libera!” e poi lui faceva, prova ne sia che quando aveva il raffreddore e non c’era succedeva che questo copione lo doveva svolgere per esempio Barbosa ed i risultati – anche se cambiava un solo fattore – cambiavano decisamente!!! Il perché è presto detto, perché non c’è un sistema fatto di schemi, ma un sistema fatto di improvvisazione basata sul playmaker ed il gioco che fa con il lungo e da lì poi il play decide in base a come si muove la difesa, ma se hai Nash i risultati sono decisamente diversi rispetto a quelli se hai Barbosa o Duhon! Puoi cambiare tutti gli altri fattori e non avere problemi, ma se cambi il playmaker allora spera che sia un fenomeno perché altrimenti il risultato cambia decisamente! E fa niente quali sono gli altri giocatori, il record dei Suns di Mike senza e con Nash è una cosa a dir poco inquietante, ripeto neanche i Bulls di Jordan o i Lakers di Shaq passavano dalle stelle alle stalle così se mancava loro il fenomeno!

Parlano i numeri, i risultati, non l’antipatia o la simpatia, se siete cosidetti Dantoniani, ok perfetto, discutiamo, ma sui fatti, sui numeri non sulle storielle da bar raccontate! Mike D’Antoni sono 4 anni che lo vediamo, e vediamo sempre le stesse cose: palla al play che sia Duhon, Felton o Lin o Douglas cambia poco, blocco del lungo e via, da lì poi succedono sempre le stesse cose, o tiro da lontano senza costrutto perché il gioco non si è sviluppato (l’unico gioco), o palla che gira a ruota sul perimetro e poi bomba perché altro non si crea e magari scadono i 24 secondi, oppure il play riesce a invetarsi qualcosa tipo una penetrazione e va a punti, se per caso chiudono uno scarico e arriva o la bomba dei 3 che stanno sul perimetro a prendersi il sole oppure il lungo ha rollato e va a punti, se invece non rolla magari arriva il jumper dalla media, stop, nient’altro, due che giocano e 3 che guardano cosa succede, se poi la difesa appunto blocca quell’unico schema allora arriva la palla sul perimetro e la bomba, che se tiri col 50% magari la porti a casa, altrimenti perdi, ma così è come giocare all’enalotto! In questo sistema quindi non dipendi da Gallinari o Wilson Chandler o Anthony, no, dipendi da Douglas se tira co 50% o da Novak o da Lin o da Billy Walker…..

I Knicks sono 4 anni che sembrano un team di Summer League come gioco, avete presente quando si vedono 5 per la prima volta ed allora la palla la domina il cosidetto playmaker che fa tutto? Chiamo il blocco col lungo e da lì gioca, poi arrivano i contentini per gli altri 3 (leggasi scarichi) che devono stare fermi a guardare sul perimetro in attesa che il play decida cosa fare e come farlo: eppure sono 4 anni che questo signore è qua, non si è mai visto un gioco costruito, ad esempio con doppio blocco sulla linea di fondo per l’esterno che esce e tira dietro il blocco! Se non era per Novak con la bomba a Minneapolis, stavamo ancora aspettando una rimessa disegnata down the stretch, sino a quella rimessa con la bomba messa da Novak eravamo rimasti a palla a Duhon e fai tu, una volta la scarica in tribuna, l’altra ad un compagno che andava dall’altra parte, l’altra sul piede di Lee, oppure palla a Felton e fai tu con bomba dopo 20 secondi di palleggio da solo, o palla ad Amare che va dentro contro 3 a difesa schierata, o palla a Melo e fai tu…..
E stiamo parlando di costruzione, non di esecuzione, Novak ha messo quel tiro ma il gioco era stato costruito, ma che gioco è vedere Duhon o Felton che palleggiano a metacampo per 10 secondi e poi prendono il tiro da 7 metri? O rimettere in mano a Melo con 3 addosso e speriamo che faccia canestro? Naturalmente con il genio dell’attacco D’Antoni abbiamo visto anche rimesse con 3-4 secondi da giocare e palla che arriva per miracolo a qualcuno con 3 difensori attaccati e spara una preghiera o palla a Novak da fermo contro Garnett nell’angolo e speriamo bene…..

Sono quattro anni che vediamo questo, certo a Phoenix c’era Nash, un genio, un Hall of Famer e tutto andava, anche se cambiavi il quintetto era uguale, tanto Nash creava per tutti, salvo poi avere problemi poveraccio quando incontrava difese super-lusso come gli Spurs che facevano chiusure sul gioco con Amar’e e rotazioni alla velocità della luce per scongiurare la pioggia di bombe degli altri 3 che stavano sul perimetro in attesa di scarichi… E il bello è che mai ci sono stati adattamenti, perché il verbo del Sistema dice chiaramente che “non ci deve interessare cosa fanno gli avversari ma solo quello che facciamo noi” e queste sono parole dette da D’Antoni, non da scritte da me!!!!

Questo cosidetto coach non si interessa degli avversari, per lui non contano, mi chiedo allora perché tutti gli altri allenatori del mondo e della storia si adattano agli avversari cercando di creargli problemi, cercando di annullare i loro punti forti… Saranno tutti pazzi. Questo “cosidetto coach” quindi non solo non prepara la gara cercando di limitare gli avversari, ma non sa leggerla: i cambi sono sempre preordinati, che tu stia giocando bene o male ad un certo punto esci per il cambio prestabilito, ricordo due anni fa Gallinari che dopo un inizio difficile piazzò 8 punti in un amen, era caldo, caldissimo, ma fu cambiato perché il coach evidentemente aveva il cambio prestabilito. Fields qualche settimana fa era onfire, 10 punti in 3 minuti: cambio automatico. Di situazioni simili se ne sono viste tantissime, in questi 4 anni a NY direi almeno un centinaio, per non parlare di quando entra un panchinaro, magari fa bene e lo fa sedere, poi nel secondo tempo neanche un minuto di campo, ma come, gioco bene e per premio non mi dai più spazio?

E gli adattamenti? Appena i coach avversari fanno un paio di aggiustamenti, cala la notte, se ad esempio si gioca con i 4 esterni e il coach avversario decide di punirti, inizi a vedere azioni su azioni con gioco creato non so per servire Howard in post basso sfruttando un cambio con Wilson Chandler o Williams (alti 2 metri entrambi) a lottare contro Howard, che puntualmente festeggia! Lo vedi per 5-6 azioni di seguito, e l’unico aggiustamento ad un certo punto è il raddoppio con conseguente scarico degli avversari e bombe con 5 metri di spazio! Ma non sarebbe meglio mandare un lungo vero e non una guardia-ala contro un centro? Ricordo anche 3 anni fa quando vidi per 3 azioni consecutive Nate Robinson provare a marcare in post basso Andrew Bynum, e non perché Robinson era impazzito, no, perché giocava ala in un quintetto con Lee centro, Duhon e House esterni e lui e Wilson Chandler ali, era successo che con tutti i cambi che si facevano in difesa (e si fanno ancora adesso, switchare è il verbo per Mike D’Antoni, che poi non ci siano Pippen, Rodman e Wallace come difensori in grado di marcare tutti i ruoli fa niente, si deve cambiare, non lottare sui blocchi, stare con l’uomo, non cambiare sempre, ci si stanca di meno e si risparmiano energie per l’attacco…), il povero Nate era finito contro Bynum, i Lakers logicamente hanno continuato a chiamare quel gioco a due con cambio automatico dei nostri difensori per gli altri 2 possessi ed è uscito questo miss match.

Ma perché si corrono questi pericoli dietro, concendendo miss match su miss match? Semplice, perché poi si hanno anche in attacco a favore però, questa è la filosofia, peccato che poi spesso succedeva che non era Howard ad andare contro Williams o Chandler, no, lui stava ancorato dentro, ci andavano i vari Bass o Turkoglu contro il nostro 4 e quindi il miss match era nettamente limitato! Però magari accadeva che una volta ogni tanto riuscivi ad averlo, peccato che gli avversari lo avevano sempre a loro favore in attacco.

Se ne potrebbero raccontare a migliaia di queste storielle viste e riviste dai nostri poveri occhi, che tristezza, ma d’altronde mica è colpa sua se non ha anche Rodman e Ben Wallace per fare i cambi in difesa… meno male che quei due mostri sacri non hanno incontrato mai D’Antoni, a quest’ora erano in qualche lega filippina perché siccome non hanno il minimo tiro dalla media-lunga distanza avrebbero marcito in panchina sino al taglio, perché non adatti al Sistema.

Nelle serie con squadre dello stesso valore poi le busca sempre di brutto, perché cmq i coach diventano fondamentali quando i valori tecnici sono simili, le mosse di un coach, le sue scelte, le sue strategie, le scelte tattiche cambiano pesantemente una serie, diventa il fattore-X che fa saltare il banco colui che guida una squadra.

Se poi uno gioca da schifo comunque non lo vedrai mai panchinato se ha un nome, no, lui al massimo fa il cazziatone a Douglas o Walker, mai all’Amare o Carmelo di turno…

Riassumendo: gara con una scelta, una decisione, un cazziatone nello spogliatoio, mai, non sa reagire alle mosse degli avversari. Non è un caso che quest’anno abbiamo dei Knicks che hanno questi parziali uscendo dagli spogliatoi a fine primo tempo: 19 quarti periodi persi – finiti con 13 sconfitte finali contro 6 W finali, le 13 sconfitte i punti concessi in totale sono stati 94 punti, una media di 7.3 punti subiti di differenziale: quelle 13 gare sono state perse con una media di 9 punti -, 15 vinti (11-4) e 3 pareggiati (questo sino alla sconfitta di Boston). In pratica i Knicks escono sempre più scarichi, meno pronti rispetto agli avversari numeri alla mano, e quando perdono il terzo quarto perdono quasi sempre, il parziale subìto diventa alla fine decisivo!

A parte chiedersi poi perché gli avversari escono meglio dagli spogliatoi, il dato preoccupante è che quel quarto è sempre decisivo quando si perde, i punti di differenziale subìti risultano decisivi!!! Quindi si esce impreparati dallo spogliatoio, poco reattivi, poco pronti, sicuramente ci sono dei meriti degli avversari che fanno aggiustamenti (e noi no, ma noi abbiamo il verbo “Let’s Go Let’s Go, Move the ball Move the ball”), ma anche quando si prendono imbarcate ad inizio secondo tempo il nostro coach difficilmente sa cambiare l’inerzia, difficilmente chiama un timeout per controbilanciare le mosse del coach avversario, non riesce ad invertire la rotta, e questo insieme alla poca preparazione durante l’intervallo costa parecchie gare. Non porta mai la partita verso di noi! Non è un caso che quando si vince il terzo periodo poi si vinca quasi sempre (73%).

Ed allora abbiamo un coach che non è certo un genio dell’attacco a meno che non gli dai Nash, Kidd o CP3 (cosa che poi farebbe passare anche me come genio…), non sa neanche disegnare qualche schema da minibasket, non si preoccupa dell’avversario, non sa leggere le partite, il momentum della gara, non ha mai una trovata decisiva, non fa mai una mossa strategica importante, non è un motivatore dato che non lo si è mai visto cazziare il team e cambiare l’andazzo anche durante un semplice timeout (e figuriamoci allora nell’intervallo, giocherà veramente ad Angry Birds!), ma quindi cosa fa di lavoro? Prende 6 milioni di dollari l’anno, è uno dei coach più pagati dell’NBA e non sa fare bene neanche una cosa che dovrebbe fare un coach? In pratica fa il vigile sul pino che decide chi entra e chi non entra (ma sempre con rotazioni prestabilite, giammai con una visione su quello che realmente accade sui 28metri).

Non si capisce quali meriti abbia acquisto nella sua carriera, perdente e mediocre quando non aveva Nash in campo (e ripetiamo, argomentata con fatti, numeri, episodi e non preconcetti che ripetono i pappagalli), non si capisce per quale meriti lui dovrebbe avere i giocatori adatti al suo sistema (che abbiamo dimostrato con numeri, circostanze, avvenimenti e fatti come sia un sistema fasullo che dipende dal playmaker in tutto e per tutto, in definitiva il suo pseudo sistema è il Playmaker), resta un mistero, però meno misterioso in USA che in Italia dove si parla di D’Antoni ancora come genio, forse il lavoro stile Pravda dell’epoca comunista fatto dai suoi amici in Italia serve a qualcosa, siamo contenti di leggere che giornalisti come Bill Simmons (che ha appena intervistato alla Casa Bianca un Obama in gran forma e molto preparato sul basket NBA, e se lui intervista Obama qualcosa vorrà dire no?) prevedono con sarcasmo piuttosto cattivo un Mike D’Antoni prossimo allo sbarco in WNBA……

14/12/12: Aggiornamento da allenatore dei Lakers “Ho perso al Garden dai Knicks subendo 41 punti nel primo quarto e 68 nel primo tempo”, dal forum:

“Se come me ieri notte avete visto la gara in diretta forse anche voi come me avrete capito delle cose che non riuscivate a spiegarvi in quattro anni d’antoni, o magari ero il solo che non se le spiegava. Non mi sono mai spiegato per esempio come fosse possibile fisicamente – inteso come riferimento alle leggi della fisica – subire piu di quaranta punti nel primo quarto. Eppure con d’antoni ci succedeva spesso. Quante volte siamo andati a dormire dopo massimo 15 minuti di gara perché eravamo sotto di cifre imbarazzanti? Decine, forse ventine! Stanto nella receiving end del blowout di inizio gara non capivo ecco. Ieri invece nella receiving end c’era proprio il baffo e finalmente ho capito: difese che non esistono, schemi che saltano, zero coverage, spazi sull’arco ma spazi anche sotto, nessuna idea in attacco. E occhio, ieri questo accadeva in una squadra che ha in campo alcuni tra i migliori difensori NBA dei tempi recenti (Artest, Bryant, Howard), lasciando stare l’attacco.

d’antoni peró puó questo e molto altro in termini di schifo generalizzato, un fenomeno vero.! Anche quando sono rientrati un minimo nel terzo io ero tranquillo. Il classico fuoco di paglia d’antoniano che tanto fiele ci ha fatto fare. Illusione da tifoso credulone che ci spera e poi gli altri ti piazzano sempre il canestro della staffa o PEGGIO ANCORA si pigliano il rimbalzo offensivo. Quante volte lo abbiamo visto, quante? Ieri era proprio l’abcdario d’antoniano, tutta la sua incapacitá che qualcuno ancora spaccia come maestria. Questo allenatore che ha ricevuto una masnada di boo tutto il tempo ha visto puntualmente sconfessato ogni suo dogma cestitico o presunto tale. Anthony non é un gran giocatore, ferma l’attacco (solo lui e peterson dicono sta roba o la pensano). Benissimo, pronti via 22 punti gli ha sparato in faccia e se non cascava male finiva la gara scollinando i 40. E no ma nel dopo gara dice il segreto sono quei due play che lui non aveva. Non importa se si chiamano Kobe, Dwigth, David, Amar’e, etc… se c’é antoni a metterli in campo sono sempre e solo una banda di scappati di casa.

PS: nessuno ha opinioni basate su simpatia o antipatia personale per Mike ‘Antoni (la D è stata volutamente dimenticata come fanno negli States giocando sul fatto che sia un coach senza D come DIFESA) non conoscendolo personalmente, come invece qualche professionista italiano ha la fortuna di avere, salvo poi commentare partendo appunto da questa amicizia e risultando come minimo poco obbiettivo, cosa che un professionista che svolge questo lavoro avendo migliaia e migliaia di ascoltatori o lettori non dovrebbe mai fare, altrimenti poi si è in pratica un tifoso con tutto quello che comporta e non un giornalista super partes.

PS2: un’ultima cosa… almeno è vero che Mike col suo sistema folle e mediocre gonfia i numeri dei suoi giocatori, la cosa che però nessuno dei suoi amici ha mai detto è che gonfia anche quelli degli avversari e non di poco, se giocassero 82 gare contro le sue squadre i record di Chamberlain crollerebbero in un battito di ciglia, e non per mano di James o Kobe o Durant, no, ma per mano dei giocatori mediocri o carneadi o comunque di livello medio che di colpo diventano fenomeni contro le difese dei team di D’Antoni, non si contano i carrer high o season high subiti dai Knicks in questi 4 anni, sui forum USA ogni inizio di stagione si apre il topic sui carrer o season high degli avversari, salvo stufarsi dopo 25-30 gare perché francamente è avvilente e diventa quasi un lavoro!
Ma io ne voglio ricordare uno piuttosto scabroso tra le decine e decine di umiliazioni subite in questi 4 anni: Mike Dunleavy che segna 36 punti ma non in una gara, ma in ben TRE gare differenti!!!!!!!!!!!!!!!!! Mike Dunleavy che ci spara 36 punti nella stessa annata, 36 punti, e la gara dopo 36 e poi ancora 36, Dunleavy, no, no, non esiste, che vergogna, che scempio, che umiliazione…………………………

Lascia un commento

41 commenti

  1. mauro

     /  8 marzo 2012

    Se il problema dei knicks è D’antoni, mi spieghi perchè la squadra non vince un titolo dal 1970?

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  8 marzo 2012

      Il MANIFESTO parla di d’antoni, non dei Knicks se non in un PS ed in un passaggio del tutto marginale proprio x evitare allusioni come la tua.

      Rispondi
  2. whitemancantjump

     /  8 marzo 2012

    A New York non capiscono una mazza di basket, si meritano il Baffo ed il suo “sistema”.

    Rispondi
  3. cop45

     /  8 marzo 2012

    Tua madre non capisce niente di basket.

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  8 marzo 2012

      Oh genio guarda che non è che se cambi nome sembri un altro eh… sai com’è, esistono gli IP… oltre alla forbita dialettica ed argomenti che da sempre ti contraddistinguono.

      Rispondi
  4. Nbafans

     /  9 marzo 2012

    Se per cortesia la finite di inzozzare la bacheca di Buffa ed altri blog sportivi per promuovere il vostro circo equestre ve ne saremo infinitamente grati. Avete rotto i cosiddetti con questa monotona presunzione a mo di cantilena che vi suonate da soli da mesi. Basta, peraltro questa continua rottura di balle che valica i confini del vostro “forum” (MURO del pianto) si chiama “spammare” a gratis , un continuo ed asfissiante modo di defecare sopra le bacheche/blog altrui, passibile dunque di denuncia. E’ se mi girano vi ci appendo per davvero sopra quel MURO, avete capito? Quelli sono spazi destinati alla comunita’ intera , a tutti gli appassionati, che hanno voglia di dialogare in armonia e serenita’ e di sentire il parere dell’interessato, non di un manipolo di esaltati che vogliono farsi pubblicita’. Nessuno vi ha interpellato. Se non avete nulla da fare statevene nel vostro feudo e non assilate la massa con le vostre frustazioni.

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  9 marzo 2012

      Come al solito arriva il fenomeno di turno che parla al plurale e fa pure il figo dietro ad un monitor parlando di “appendere” (“se ti girano?” wow che paura, belle vero fare i finti prepotenti senza nome e cognome, tremo tutto)…
      Cmq hai idea di cosa sia lo SPAM almeno? linkare UNA VOLTA una pagina web su una bacheca PUBBLICA su un argomento stesso della bacheca non è spam. Se non gradito, starà al proprietario cancellare. Studiati bene le regole del web prima di sparare… ah già, “studiare” presuppone avere un cervello da usare…

      Rispondi
  5. naamabay

     /  9 marzo 2012

    Effettivamente non e’ di buon gusto entrare a casa altrui dove ci sono invitati che non conosci e mettersi a sbandierare le proprie mutande. Evidentemente questa gente non conosce un minimo di educazione. Sia chiaro, in questo momento lo sto facendo anch’io ma a causa dell’effetto boomerang scatenato da utenti di questo sito che lasciano il messaggino in ogni dove rasentando il patetico.

    Ho notato anch’io che su molti blog – tipo quello di tranqui – ci sono commenti che devono essere stati partoriti dalla stessa gente. Comunque da denuncia mi pare troppo, al massimo e’ un atroce seccatura che si potrebbe segnalare. Detto sinceramente avete stancato a molti, quoto il commento sopra, affrontate i vostri dibattiti all’interno delle vostre mura perche agli altri interessa meno di zero. Forse andate in altri lidi perche il vostro forum e’ deserto? Chiudetelo allora, ma non seccate gli altri se non vi caga nessuno. Ed aggiungo che aveto stufato sulserio molti appassionati che frequentano gli stessi spazi.

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  9 marzo 2012

      “Andate”: spiegamela perchè questo blog è gestito solo da me.
      Per il resto vale anche per te la risposta di cui sopra: se entrambi siete arrivati qui dalla bacheca di Buffa su FB, quello non è spam, al limite starà a lui cancellare… e cmq non credo che abbia bisogno di avvocati difensori come voi due che anzi sfiorate il fanatismo se le reazioni che ho partorito sono quelle lette qui, piene di un’acredine immotivata se non appunto dettata dal fanatismo (toccato qualche nervo scoperto? il compagno di merende “dei vostri” d’antoni?)… take it easy! Altrove non è stato pubblicato se non in spazi gestiti dal sottoscritto (Facebook, Twitter, forum di questo blog). Se poi altri hanno retwittato o cose così, non è affar mio.
      Cmq il fanatismo e la violenza verbale usata confermano quello che ho sempre creduto: non importa che piaccia il calcio o il basket, l’itaGliano medio ha cmq bisogno della violenza da stadio.

      Rispondi
  6. SkydAnc3R

     /  9 marzo 2012

    Non uno che confuta le tesi del MANIFESTO, solo insulti, “minacce” e accuse infondate. Grande lavoro London, hai colpito nel segno, ma d’altro canto è come sparare sulla crocerossa: i media italiani hanno lobotomizzato tutti con ‘sto d’antoni. D’altro canto, come mi è caro dire, siamo in un Paese dove se ti compri i media diventi capo del Governo…

    PS: piuttosto di scrivere a Tranquillo mi taglio 3 dita del piede… nel caso, lo farei con NOME E COGNOME… ed anche lì, sta cmq a lui pubblicarli eh… svegliatevi va che è già tardi.

    Rispondi
  7. Spiudy

     /  9 marzo 2012

    Ma come Sky, sul tuo forum mi avevi detto “io non vado a rompere le balle al forum dell’uncinetto se penso che scrivano cazzate” e poi si scopre che sguinzagli i tuoi lacchè all’imperativo di “Condividetelo, retwittatelo tutti!!!!” riferito al Manifesto Anti-D’Antoni?
    Ma ti rendi conto di quanto sei piccolo?!?
    Banni quelli che la pensano diversa da te dal tuo forum e poi scassi le balle negli altri spazi pubblici perchè tu sai la Verità e sei stato incaricato di portarla al mondo!

    Non aizzare i tuoi 4 fedelissimi ad imbrattare con la tua arrogante visione degli spazi che sono davvero liberi e condivisi da tante persone.
    A differenza del tuoi sito, altrove si può davvero scrivere quello che si pensa senza paura che l’admin ti cancelli perchè ti permetti di dire che Melo è un sopravvalutato disturbando la quiete dei tuoi 4 superamici.

    Nel tuo orticello ti credi Dio sceso in terra perchè 15 anni fa hai creato quella che per te è la Bibbia, ma il mondo fuori non ti si incula manco di striscio, fattene una ragione!

    P.s. Se nessuno commenta il contenuto sarà forse perchè a nessuno interessa cosa c’è scritto?!? Solo tu continui a gasarti ancora per una questione che è troppo ovvia per risultare interessante.

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  9 marzo 2012

      L’unico che è stato bannato dal forum in 15 anni sei stato tu: io, fossi in te, inizierei a pormi delle domande invece di continuare – senza dignità – a provare ad iscriversi con dei fake…

      … eppoi scusa: perchè mi stai sempre attaccato ai coglioni come un gatto? sono piccolo, arrogante, dio sceso in terra, ho 4 amici/lacchè: ma perchè mi dai così tanta importanza? cos’è, ti ricordo qualcuno che da piccolo – cioè fino all’altro giorno – ti prendeva a cinghiate? in tal caso, uno psicologo potrebbe aiutarti.

      Peace.

      Rispondi
  8. hispanico038

     /  9 marzo 2012

    Passavo per caso dopo aver letto il link su Fb. Quoto le lamentele lette sopra. Ho dato una sbirciatina pure a questo pseudo forum di invasati. Bene, anzi male, qualcuno si crede superiore e rosica di invidia perche la gente legge o gli piace seguire Buffa o Tranquillo piuttosto che un gruppo di inetti che non si sa nemmeno chi siano. Questo atteggiamento lo trovo piuttosto banale oltre che ridicolo. Ma avete problemi con la vita sociale per caso? Il rosicamento li porta a radunarsi in gruppi di 3 o 4 individui tarati che sganciano bombe carta sulla bacheca di The voice e Buffa. La trovo una cosa ignobile.

    1- Perche quelle sono vetrine si alla portata di tutti, ma proprio perche’ si vive dentro una comunita’ bisogna rispettare le idee altrui. Voui pubblicizzare il forum? linkatelo nel culo, hai gia’ una pagina facebook, chi interessato la segue. Non vedo perche’ appendere i manifesti nelle case degli altri. Hai problemi di utenza? ne avrai ancora di piu’ con questo atteggiamento.

    2- Come se non bastasse ho letto nel vostro pseudo forum dei commenti agghiaccianti, di una cattiveria inaudita. Prima si offendono le persone ( in questo caso uffa e tranquillo) e poi ci vanno a leccare il culo sulle loro bacheche per attirare la folla ( VERGOGNA). Offendono pure l’intelligenza di chi segue uno sport affermando cose fuori dal mondo. Indottrinamento? Ehi senti piccoletto, vedi di seguire uno sport diverso, trovati un diversivo, perche secondo me rischi di fotterti il cervello. Ma di quale indottrinamento si sta parlando?

    Io pago vari abbonamenti sky ecc per seguire gente tra l’altro competente, in questo caso Buffa o simila, non pago certo per vedere te e 4 sfigati. Mi pare normale provare affetto per un conduttore come Buffa vista il personaggio che ricopre. Se questo ti crea fastidio sei messo malissimo. E anche se a volte puo’ capitare di dire qualche fesseria non vedo perche’ cominciare una caccia all’uomo del tutto patetica. Domandati piuttosto che razza di persona sia uno che va a rompere i maroni ogni santo giorno sui blog et simila eh? Perche’ magari non piace quel pelo sputato fuori in telecronaca. Te lo dico io, nun c’avete ncazzo da fa..

    Vergognatevi!

    Rispondi
  9. cop45

     /  9 marzo 2012

    piuttosto che un gruppo di inetti che non si sa nemmeno chi siano

    Ah! Bisogna essere famosi per avere un opinione condivisibile. Se sei una persona normalissima e non sei un obesa miope che spara cazzate su Sky, non puoi permetterti di dire ba. Hispanico, wow, il gladiatore…, allora anche la tua opinione da piccolo invasato conta meno della merda. Perchè ti batti a scrivere? Fatti assumere da Sky, poi magari mi interesserà quello che hai da dire.

    Eh attenzione! Guai a linkare un semplice manifesto, che significa elenco di idee, senza manco chiedere un obbligatoria lettua o commento o tatuaggio sulla schiena. Guai! E’ farsi pubblicità, è spammare (non sapete usare le parole, “le parole sono importanti!” non conoscete la terminologia di internet a parlate, vabbè. Poi Tranquillo creerà anche scuole di italiano) , è comunicare qualcosa, qualcosa di concreto, non frasi tranquilliane come “pensa te” “ti rendi conto” “non parlo di sport minori” “un colpo al cerchio e un colpo alla botte, che sono un ciccione e se mi sbilancio distruggo città che manco godzilla”.

    Poi ci sono evidenti problemi di lettura ecomprensione. In primis, gli insulti, si sono insulti perchè negarlo, sono rivolti a Tranquillo e non a Buffa. Secondo, non c’è lettura del manifesto, in quanto non c’è risposta, argomentazione dibattito, ma solo piagnistei perchè vi han toccato la mamma.

    Quale indottrinamento? Quello che ti ha fatto correre qui a risponder e difendere. Quello che ogni mattina ti manda sulla bacheca di Buffa e dell sacco di adipe quattrocchi.

    La caccia all’uomo è diretta a D’antoni e a chi lo idolatra. Fattene una ragione, leggi il manifesto, guarda le partite, cerca di capire gli schemi, passa oltre le telecronache di 4 sfigati di Sky sport (Oh Mamoli e Pessina fino a ieri erano due sfigati da forum, ma hey, ora sono su Sky. Idem un triggari, per altro competetentissimo e senza amicizie da difendere, o Marcelo Nicola, che ci mette 45 minuto a concludere un ragionamento, intanto 12 azioni sono passate…. Ma oh, loro stanno in TV, mica sui forum).

    Vergognati tu, e leggi un pò di più, invece di ascoltare le telecronache.

    Rispondi
  10. Nbafans

     /  9 marzo 2012

    Weh testina, come dicono dalle mie parti ci sono altri commenti di gente arrivata su questo canale di merda con tanto di “panza e presenza”. Io non voglio spaventare nessuno, al massimo ti spaventi da solo guardandoti allo specchio la mattina,. Come dice hispanico ….ahahhaah fantastico….non avendo un cazzo da fare la mattina ti alzi, la mamma ti mette una scarpetta e ti dirigi verso il pisciatoio. Li cominci a domandarti cosa cazzo fare durante le 24 ore, e’ dura eh, nessuno chiama al telefono, nessuno citofona, tuo padre ti domanda se sei ancora rincoglionito della nottata passata davanti al pc, tu rispondi boh, sto provando a testare i miei limiti. Buahahah!

    Lavata di faccia e via sparato a palla dietro il pc. Cosa fare? ah gia’ ieri quel rompicoglioni di Buffa che guadagna vagonate di soldi mentre tu ti spippetti nel cesso aveva detto sui Knicks bla bla bla.. Andiamo e armiamoci, il programma della giornata prevede contattare gli altri 4 morti di fame e frustati per andare a predicare il solito, insignificante, zozzoso, inutile, de rottura di palle, Fire D’Antoni. Mi sa che dal psicanalista ci dovresti andare tu. Ah mi nascondo dietro un monitor? Altri ti stanno prendendo per il culo con tanto di email su worldpress. Ma se vuoi posso venire a dirtelo in faccia se hai le palle.

    Weh ragazzi di fb, visto che e’ tutto inutile, sapete qual’e’ la ricetta migliore? Da dove viene sta banda di piotti? Dal buco del cesso, che ci ritornino. Non calcolarli e’ la cosa migliore, anche se qualcuno ci sara sempre che vi dira’.. ma rintaneteve dentro quella merda de forum..

    Lasciateli sfogare da soli, saranno in 4 x 10 fake. Una tristezza. Ciaus

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  9 marzo 2012

      “Lasciateli sfogare da soli” Infatti sei già qui al secondo post, e non di due righe. W la coerenza.

      Sul resto, dopo aver mandato il CV a SKY, prova con Zelig, magari ti prendono.

      Rispondi
  11. Nbafans

     /  9 marzo 2012

    ahahhaahah sei esaurito. Ok vado via, stai davvero male e non voglio nemmeno stare a rispondere, sulserio. Non sei tanto normale.

    Rispondi
  12. Alberto Riccardi

     /  9 marzo 2012

    Scusami mi potresti dire che c’è di sbagliato a linkare un articolo e chiederne un’opinione???mi chiamo Alberto Riccardi(almeno ci metto il nome e non mi nascondo dietro ad un nomignolo, visto che minacci denunce)e sono quello che ha pubblicato ieri questo link in molte bacheche(tranquillo,buffa,mamoli,e altre pagine). Ho proposto cortesemente la lettura di un articolo e ne ho chiesto le opinioni, tutto qua. Vorresti denunciarmi per questo???Ussiugnur, spiegami un po’ secondo quali criteri avrei arrecato danno al tuo forum/pagina, sinceramente mi sembra che a chiedere un’opinione non ci sia nulla di sbagliato. Per dire Mamoli con educazione mi ha risposto che ci sono cose condivisibili o meno senza minacciare la denucia. Inoltre sono entrato da poco nel forum e non ho mai insultato nessuno, sono l’utente Alberto1331 se vuoi controllare. Veramente non capisco questa reazione a mio avviso esagerata. Saluti, ps: se vuoi su facebook puoi trovare gli estremi per la denuncia, faccio solo presente che se denunci una persona e poi il tribunale ti dà torto spesso sei costretto a pagare spese processuali e magari anche danni alla persona che hai interpellato, se proprio ti avanzano soldi😀

    Rispondi
  13. Nbafans

     /  9 marzo 2012

    Denuncia non significa per forza denunciare qualcosa alle autorita caro inetto. Denuncio il misfatto alla massa. Anche se a ben vedere il buon tranquillo ne avrebbe del materiale per farvi visitare a domicilio visto le offese. Fortuna vuole che quel cristiano manco vi caga di striscio. Evidentemente e’ uno piuttosto impegnato, e’ uno che ritiene certi posti spazzatura e non vuole infierire sulle vostre vite di merda andate in malora da tempo.

    Il qui pro quo sta nel fatto che a qualcuno rode che in tanti seguono Buffa e tranquillo. Ad alimentare la tragedia si ci metteno dei Knicks mediocri e la frittata e fatta. Allora si punta a vendere del fumo a gente che magari dei Knicsk non frega una ceppa. Constestavo infatti le modalita’, sicuramente non esiste un regolamento che vieti di pubblicare qualcosa sulla bacheca degli altri, ma la dignita, il buon gusto, almeno il mio, mi dice che se offendi tizio, caio e sempronio , due secondi dopo non ci vai a postare proseliti. Ma forse ti viene difficile capire, sopraffatto da un ego che ti sta consumando.

    Se vuoi continuo:

    Buffa/Tranquillo volente o dolente sono del mestiere, sono li che parlano e contano soldi, mentre voi non siete un cazzo. La gente segue quello che compra, non segue il forum di un pinkopalla. Non ci sono indottrinamenti, quello lo pensa solo la gente piena di rancore. Si segue lo spettacolo, e se qualcuno ritiene che forse il duo l’ha fatta fuori dal vaso non comincia a fare processioni sotto la piazza e negli spazi condivisi da milioni di persone. Si vede la partita, si ascolta, si guarda e si volta pagina, perche domani e un altro giorno. La mia giornata non comincia certo con l’ossesione di andare a rompere il cazzo alla gente perche ha detto….ma piantatela. Io compravo American super basket ogni 15 giorni, era un abitudine leggere gente che sapeva. Continuano a piacermi, sono crescito e di molto, ho formato un blog, scrivo per conto mio ma non voglio avere la presuzione di saperne di piu’ rispetto a gente che mi ha stimolato a seguire questo sport.

    D’Antoni? Non mi interesso dei Knicks, ma anche in questo caso lui allena in Nba, evidentemente merita, voi scrivete cazzate, cazzate si, Se ritenete il contrario prendetevela con la nba tutta e con chi gli ha offerto il contratto , inutile stare a scrivere le solite cose giorno dopo giorno. E poi a dirla tutta, a Ny le colpe sono da dividere al 30% da anni e anni, ma anni eh.. A cominciare dai tifosi, che se come voi, meritano davvero la merda che si vede.

    Detto questo, per far capire l’antifona visto che insistete ,se sto male vado dal dottore, in questo caso Buffa o tranquillo ( che tra l’altro pago e pagavo), non vado da skikkidancer che assiste dentro un lurido e putrido ambulatorio. Qualcuno di voi potrebbe scrivere qualcosa di giusto? Certo, anch’io ne scrivo a bizzeffe. Solo che non voglio farmi sopraffare dall’ego. Avete il vostro link Fb? Bene, chi vi ama vi segue. Se insulti buffa, non vai sul FB di Buffa a lasciare una scoreggia. te capi? Che poi alla fine quest’articolo mi sa che non l’ha letto nemmeno nessuno, si stava solo contenstando il fatto che avete rotto abbastanza sul web.

    Lo ripeto, VERGOGNA e crescete. Adesso davvero invito me e quelli che si son lamentati di allontanarsi. ma inviterei anche voi a non superare certi limiti.

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  10 marzo 2012

      Fai tanto lo spavaldo ma io qui di te non vedo un nome, un link al tuo blog, niente… ed io, noi, dovremmo vergognarci… ed intanto questo è il tuo terzo post.

      Qui e sul forum nessuno ha la presunzione di saperne più di Tranquillo, ci mancherebbe altro… sei fuori strada ed hai capito proprio male, ma visto il livore che ti acceca nei toni che usi non mi è difficile comprenderlo. La mia sensazione – MI PERMETTI DI AVERLA? – è che lui parli bene dei suoi “amici”, d’antoni, ginobili e italiani in genere a prescindere e questo non è professionale. Le sue telecronache spesso si trasformano in telecronache “di parte” stile calcistiche. In giro ho trovato pure il famoso filmato di Hitler in “La Caduta” con i sottotitoli di Tranquillo, segno che cmq è un opinione, la mia, abbastanza diffusa. Non si parla di COMPETENZA, bada, ma di PROFESSIONALITA’… ed in giro, girando sui forum si leggono parecchie persone che ripetono a pappagallo quello che dice… Lo penso e lo scrivo, E ALLORA? Permetti che mi dia fastidio visto che cmq pago l’abbonamento a SKY e come x il calcio gradirei telecronache più imparziali ed equilibrate possibili?

      … MA tutto ciò, in fondo, cosa c’entra con le argomentazioni del Manifesto?

      Rispondi
  14. Walter One

     /  9 marzo 2012

    Ciao Sky.
    Ho letto il manifesto e leggo spesso il forum.
    Non mi ricordo la partita ma D’Antoni mentre ‘Melo stava tirando un libero si sgolava in panca urlando “Go Go Go!!!!”…questo e’ il vero manifesto di un allenatore sotto la media ne piu’ e ne meno.
    Tralasciando il coach secondo me l’errore piu’grande e’ stato esser stati presi dal panico dal rifiuto di James e non aver visto lungo prima e durante’attesa di The Decision.
    Con un coach qualsiasi quale trio vedresti meglio tra Melo-TC-Deron W e Stat-Tc-DWill e perche’?
    Grazie e Go Knicks!

    Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  9 marzo 2012

      Oh finalmente si parla del Manifesto! Vedi Walter, London che ha scritto tutto il “tomo” si è visto bene dal citare il d’antoni visto a New York, perchè essendo questo un blog bluarancio poteva essere visto come un rancore x i risultati che non arrivano, mentre secondo lui (e “noi”) le cose arrivano da ben più lontano. Fu firmato dai Knicks perchè era un coach “cool” (la Lega gli vuole bene perchè i suoi Suns regalavano partite dai punteggi esagerati, gioco spettacolare x sè e gli avversari, una manna x la pubblicità, poi però quando in post season il gioco diventa “vince chi ne concede uno di meno, non chi ne fa uno di più”, non era affar suo) e noi uscivamo dall’era dell’antipatico Zeke… in più, essendo un player-coach, si pensava di avere migliori ambasce x arrivare a LeBron.

      Perso James non era cmq facile mettere giù un piano-B… io, deluso e scottato, dissi la stessa cosa tua: troppo panico, il contrattone a Stat è troppo! A ragionarci oggi, avremmo potuto fare meglio? secondo me no, e ti spiego: i free-agent rimasti chi erano nel 2010? Stat, Boozer, J.Johnson, Wade, Bosh. Wade beh manco ci ha presi in considerazione, e tra gli altri allora abbiamo preso il migliore. Certo il contratto è pesante, ma se si accasava a CHI x dire, ci rimaneva chi, Boozer? No allora me la rischio con Stat! Poi ‘Melo o Deron: qui si potrebbe discutere, certo è che si è aperta la possibilità con il primo e come ha detto ieri Buffa con grande onestà intellettuale: “alla fine lo scambio è stato Gallo x ‘Melo: quale GM dal lato Knicks non l’avrebbe fatto?”. Ecco, appunto. La panchina ora è profonda, io attendo un coach che provi a massimizzare, a far convivere Stat e ‘Melo, poi se non ci riuscirà vorrà dire che avremo sbagliato. Ricordo che Gallo e Al Harrington (Al Harrington eh, non Bird!) stanno giocando una super stagione a DEN, mentre Stat e ‘Melo stanno giocando la peggiore in carriera… che sia dovuto ad avere Karl e non d’antoni?

      Sul miglior trio tra i due che mi proponi andrei con Deron-Melo-Tyson, mi pare il trio con le migliori spaziature in campo.

      Rispondi
  15. SkydAnc3R

     /  9 marzo 2012

    Premessa: il sottoscritto non ha mai insultato Buffa ed anzi se andate sulla sua bacheca di FB indietro di qualche mese gli ho appunto portato il caso del clientelismo che io ravvedo nel suo compagno di telecronache. Troverete una sua risposta chilometrica che inizia con “Quando le critiche sono educate, motivate e FIRMATE è un piacere rispondere”. Quindi quando io ho dovuto dire in faccia qualcosa a qualcuno sono andato con NOME E COGNOME. Il fatto che gli abbia scritto “grande telecronaca ieri” è perchè ha a mio avviso smontato le illazioni di Tranquillo a più riprese, ma questo è un mio pensiero e come tale andrebbe rispettato, anche se non si è d’accordo. Lo so, vi chiedo un grande sforzo di intelligenza ed educazione x i vostri standard. Lo scrivo, e allora? dove sta il problema se nel tempo libero scrivo su blog e forum? eh no c’è pure il fenomeno che fa la lezioncina su come si vive a ‘sto mondo… c’è chi si droga, d’altronde…

    Sul resto beh la cosa “Buffa” – tanto x rimanere in tema – è che Triggari e lo stesso Sandri quando gli ho fatto leggere i “Sandri e Tranquillo Facts” (http://newyorkknicksitalia.forumfree.it/?t=60236821) si sono fatti due risate com’è giusto che sia, Sandri non mi ha denunciato nè minacciato conscio del ruolo PUBBLICO che lui ha… invece qui sono piovuti insulti e minacce da tantissimi “fans” con un comportamento degno delle brufolose 12enni che seguono Justin Bieber. Mamma mia quanta frustrazione repressa… eh no, i frustrati siamo noi, quei “4×10 fake” di un forum che ha linkato questa pagina per avere UN CONFRONTO con il mondo esterno, diciamo così… avevo cmq pochi dubbi su come sarebbe andata a finire, perchè chi si riempie sempre la bocca di “io non mi occupo di sport minori (riferendosi al calcio)” con fare da snob non è altro che una faccia della stessa medaglia rancorosa che contraddistingue il mondo italiano e calciofilo. Dio mi scampi da chi schifa i tifosi da stadio che a me stesso so badarci da solo!

    @Alberto: non ti preoccupare x le denunce, ogni commento qui e sul forum è sempre stato documentato con link e virgolettati, eppoi ricordo che si sta sempre parlando di personaggi pubblici che come tali hanno ben altri “paletti” giuridici… un po’ come la Hunziker – che ha denunciato uno stalker ed ha fondato un’associazione anti-stalker – si mettesse a denunciare tutti quelli che dissentono con quello che scrive: eh ho capito ninni, ma allora chiudi il profilo. Credimi, succedesse qualcosa domani rischia di più il privato che ha minacciato un altro privato, perchè con gli IP è un attimo………….

    Rispondi
  16. Il vero manifesto d’antoniano è quello nei commenti.

    Gente che ragiona con la testa degli altri.

    Una generazione DEVIATA.

    Guardate le vostre partite, fatevi un idea vostra, e poi venite qui, civilmente a dire come la pensate sui Knicks. Il manifesto è un riassunto di quanto è stato detto in questi anni, e di come la pensano quelli che non stanno li ad essere imboccati dai giornalisti italiani.

    amen.

    Rispondi
  17. La madre di NBFans

     /  10 marzo 2012

    Scusate mio figlio, è talmente ritardato che manco capisce che Fans andrebbe al singolare, in quanto lui non è un entità composta da più persone. Non è Wu Ming o simile.
    Scusatelo poi se accusa altri di essere inetti. Lui si masturba 8 ore al giornoe mi fa fuori tutto lo scottex. Ora lo sculaccio

    Rispondi
  18. e qui, mi sembra di riconoscere uno stile…

    Rispondi
  19. Sostanzialmente condivido in toto il Manifesto, sul resto quanta rabbia repressa ma l’italia è ormai questa, vorrà dire qualcosa se il 99% dei siti, blog e quant’altro hanno i commenti “bloccati” o meglio da approvare dall’amministratore prima di vederli pubblicati. purtroppo in questo modo tutta questa spazzatura rischia di far passare in secondo piano un argomento interessante e ben trattato, almeno dal punto di vista anti d’antoni.

    Rispondi
  20. Giovanni Baiardo

     /  10 marzo 2012

    Non ho altro da aggiungere rispetto a quello che avete scritto voi ragazzi nei commenti e rispetto a ciò che c’è scritto nel Manifesto.
    Che poi il cercare di diffondere un documento non significa trolleggiare negli spazi altrui per cercare di inculcare un’idea, ma semplicemente far vedere che i punti di vista possono essere differenti e altrettanto se non più validi rispetto a quelli dei vari opinionisti tv…
    Questo Manifesto non è un attestato d’odio incondizionato verso una persona causa antipatia, è un documento supportato da numeri, fatti, avvenimenti che a loro volta supportano la tesi che D’antoni sia un sopravvalutato, punto.
    Numeri, fatti e avvenimenti che spesso dalla stampa italiana non vengono menzionati, non permettendo all’ascoltatore italiano medio di farsi un’idea completa sul coach D’antoni, che non vuol dire negativa, ma completa.
    Poi, una volta saputi pro e contro di questo personaggio, è giusto crearsi la propria opinione.
    Inoltre, i ”4 sfigati” di questo spazio non sono dei cazzari senza una vita sociale, ma semplicemente degli appassionati di pallacanestro, come tutti noi, ma che vanno a fondo alle cose documentandosi per sostenere le loro tesi, e non limitandosi ad accendere la tv e ad ascoltare come automi, e mi riferisco all’andarsi a leggere le testate americane, i pareri dei vari giornalisti oltreoceano, oltre a fare affidamento costante su fatti e numeri riportati.
    Perchè è comprensibile accendere Sky o NBAnews e poi ripetere a pappagallo quello che dicono i vari giornalisti, perchè ci risparmiano un sacco di fatica, peccato che anche loro hanno delle tesi e le sostengono a modo loro, ergo se ci si vuole creare un’idea propria, bisogna agire per conto proprio.
    E questo non è avere vita sociale signori, ma investire il proprio tempo libero in un certo modo, cioè nella propria passione, c’è chi gioca a videogames, chi si guarda i film, e c’è a chi piace moltissimo la pallacanestro, e io non ci vedo nulla di male.

    Rispondi
  21. Sergio Tafano

     /  10 marzo 2012

    Non ho mai letto nulla di più sensato del Manifesto: complimenti a London e Sky.
    L’analisi tecnica è perfetta, e proprio per questo viene criticata parecchio. Spiace per il linguaggio di chi non è d’accordo ma… nei forum sul calcio è pure peggiore. Ragazzi non mollate e non fatevi intimidire…

    Rispondi
  22. Walter One

     /  10 marzo 2012

    Ciao a tutti di nuovo.
    Le colpe di questo disastro sportivo le attribuirei al 60% al coach, incapace a mio modo di vedre di effettuare aggiustamenti durante i match.
    Un bel 20% la dirigenza lo merita tutto mentre il restante lo darei alla squadra ( e non solo a ‘Melo e Stat!!) perche vuoi o non vuoi coachin o non coaching con il talento che abbiamo alcune partite le potevano vincere ( ed in taluni casi cosi’ e’ stato) da se’.

    Walter

    Rispondi
  23. DriuBlue2

     /  13 marzo 2012

    Oh ma nemmeno uno eh… UNO CHE RISPONDESSE ALLE CRITICHE DEL MANIFESTO CONFUTANDOLE CON DATI, NON OPINIONI !!! Ma argomentate cavolo e parlate di Basket…

    Rispondi
  24. Walter One

     /  13 marzo 2012

    Io sono d’ accordo pienamente con cio’ che e’ scritto nel Manifesto.
    D’Antoni e’ cool in regular season ma nei PO viene struprato regolarmente.
    Cioe’ un coach che ai tempi dei Suns poteva schierare gente come Nash, Stat, Marion Hill ed un buon supporting cast come Diaw e Barbosa non vai almeno una volta alle Finals????

    Rispondi
  25. Walter One

     /  13 marzo 2012

    Knicks primo play Duhon: sfiancato a meta’ season.
    Felton:discreto play usurato fino alla trade Melo.
    Douglas: chi l’ ha visto?
    Lin: in fase calante dopo averlo sfruttato in toto.
    STEVE NASH:poesia in movimento senza D’Antonk.
    Chi e’ che ha fatto le fortune di.chi?
    Credo che sia CP3 e DWill verrebbero rovinati da questo coach sotto la media.
    Nash mai e poi mai perche’ era lui il vero artefice di quei Suns no D’Antoni.

    Rispondi
  26. DriuBlue2

     /  14 marzo 2012

    No va beh. Io resto convinto che proprio perche’ e’ un sistema che valorizza il play facendogli tenere la palla in mano l’80% del tempo della partita se metti un fenomeno stile CP3 o Dwill questi ci vanno a nozze.
    Non penso calerebbero proprio perche’ sono delle superstar, e come ogni superstar se la metti in un sistema che la valorizza questa ti rende il doppio di quanto potrebbe fare in un contesto normale.
    Quelli che calano, Walter, sono proprio i Duhon, i Felton, i Lin (che poi, per onesta’ intellettuale si dovrebbe dire che Duhon e Felton, alla luce delle prestazioni nei team post trade, non erano comunque niente di che).

    Rispondi
    • Walter One

       /  14 marzo 2012

      Concordo mi sono spiegato male.
      Il fatto e’ D’Ant li sfrutta totalmente su tutto il tempo non concedendo loro pause.
      Valorizzare e’ la parola corretta.
      Sembra che Melo sia diventato un cancro un casinista etc etc.Lui e’ uni scorer puro un clutcher che non fa’ il suo ruolo.Ad inizio stagione e’ stato spremuto dal coach (
      senza training camp e qui sta la pochezza del.coach.Io sinceramente ed in ottica futura con un altro coach scambierei Stat costruendo la squadra sull’ asse Melo-Tyson-play Field e Schump che reputo ottimi role player ed il.Barone.
      JR smith e paccotaglia via non gi servono.
      Ci serve un dirigente competente ed un Coach!!!!!

      Rispondi
    • SkydAnc3R

       /  14 marzo 2012

      Concord, infatti quello che mi preme sempre sottolineare è che, semplificando:
      Nash>Felton>Duhon
      ed i record di d’antoni vanno di conseguenza alla forza del tuo play.

      Rispondi
  27. BernardKing

     /  14 marzo 2012

    Io dico che la libertà di parola ed espressione è un concetto sopravvalutato.. c’è gente qui che ha lasciato dei commenti assurdi.
    Cmq FIRE D’ANTONI!!!!
    Manifesto scritto bene, ad avere tempo si sarebbero (magari) potute mettere più statistiche e numeri ma complimenti a LONDON e SKY.
    NbaFans ma quanti anni hai??12…13…(senza offesa per i dodicenni/tredicenni che alleno con orgoglio!!)
    Cioè mi stai dicendo che Tranquillo ne sa’ (intendo conosce il gioco) perchè parla su Sky???
    Sentirei subito la dirigenza Knicks per proporre a Tranquillo la guida dei Knicks per la prossima stagione!!
    Ma se domani uno su Sky dice che D’Antoni è un coglione allora tu vieni su sto’ blog ad incensare LONDON SKY e tutti gli altri per la loro lungimiranza???
    Ridicolo!!!

    Rispondi
  28. SkydAnc3R

     /  15 marzo 2012

    Credo che più d’uno qui stia aspettando il link al blog di nbafans…

    Rispondi
  29. condoglianze ai Lakers

    Rispondi
  1. Manifesto Anti-D’Antoniano, l’allenatore più sopravvalutato di sempre « New York Knicks Italia
  2. Linsanity, tre anni dopo | New York Knicks Italia

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Pagine

  • KNICKS ITALIA SU FACEBOOK

  • Seguimi su Twitter

  • Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: